News dalla Calabria

Torna alla lista

L’Arcivescovo Panzetta prega dinanzi alla sacra effige di Maria di Capocolonna

11/05/2020

Chiesti «salute e lavoro» Il vescovo benedice la città (audio omelia)

Campane a festa e la sacra effige di Maria di Capocolonna sul sagrato del Duomo. Poca gente fuori e tutti rigorosamente con la mascherina e a distanza. Ieri mattina si è svolto il primo incontro tra la Patrona e la sua città, in questa strana atmosfera di un insolito mese mariano. Un momento particolarmente toccante ed emozionante, dalla maggior parte dei crotonesi seguito in diretta sui social o sui canali ufficiali della Diocesi.

Il vescovo Angelo Panzetta ha tenuto poi una breve funzione e ha benedetto la città, chiedendo alla Madonna protezione, salute e lavoro per i figli di questa terra. Il commissario straordinario Tiziana Costantino, nel corso della cerimonia, ha acceso il cero votivo offerto dall’Amministrazione Comunale, rinnovando la promessa di devozione da parte della città. Il cero rappresenta l’omaggio della comunità a Maria di Capo Colonna. «Un segno di devozione che esprime il sentimento dell'intera comunità, dei crotonesi che vivono fuori città, di un popolo che guarda a Maria di Capo Colonna come guida spirituale. Un popolo, che in questo tempo difficile, si stringe alla Sua Patrona» si legge in una nota dell’ufficio stampa del Comune di Crotone. Con il vescovo, ieri mattina, don Ezio Limina del capitolo della Cattedrale che si occupa delle feste mariane, don Bernardino Mongeluzzi parroco di Capocolonna, il parroco del Duomo don Serafino Mauro. La celebrazione di ieri mattina ha dato l’avvio alla settimana più importante del mese mariano, quella che porta alla terza domenica del mese, momento clou, normalmente della festa. Quest’anno non sarà così perché la processione, prevista nella notte tra sabato 16 e domenica 17 maggio è stata annullata a causa dell’emergenza sanitaria. Si svolgeranno in sostituzione una serie di funzioni a porte chiuse. Domenica 17, alle 10,30, il vescovo terrà una solenne liturgia, ma non ci sarà invece la consueta celebrazione nella chiesetta di Capocolonna. I fedeli potranno salutare la Madonna, all’interno del Duomo, tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 17,30, rispettando le distanze di sicurezza. Il 31 maggio, invece, il Quadro, sarà portato per le vie della città a bordo di un carro, ma senza processione al seguito.

Laura Leonardi 
fonte: www.gazzettadelsud.it
(audio omelia)









Fotogallery