News dalla Calabria

Torna alla lista

Lettera dell'Arcivescovo Mons. Vincenzo Bertolone: "Magistero, carismi, rivelazioni private. Alcuni princìpi teologici per l’azione pastorale nella Chiesa"

25/09/2020

1.Invochiamo una nuova effusione di Spirito Santo sulla diocesi. L’approssimarsi della ricorrenza dei novecento anni dalla fondazione della Diocesi di Catanzaro (1121-2021) offre, tra l’altro, l’opportunità a riportare la mente e il cuore all’azione propulsiva e dinamica che una Chiesa particolare è chiamata a svolgere in ogni tempo, particolarmente nel tempo presente, allorché cresce una certa disaffezione per la pratica religiosa e, sul piano teorico, non tutti seguono più unanimemente il criterio della piena adesione alla verità della fede cristiana, così come proposta dalla Chiesa, che è il corpo storico del Signore Gesù. La diocesi invoca, perciò, con il cuore colmo d’amore, l’intercessione della beata Vergine Assunta in cielo, implorando dall’alto come una nuova effusione di Spirito Santo sul tessuto della Chiesa particolare, affinché il Paraclito suggerisca a fedeli e Pastore i pensieri e le parole maggiormente idonee per approfondire ruolo e forme del Magistero ecclesiale, in vista della rivitalizzazione della Chiesa e, attraverso la sua azione missionaria, della rinascita cristiana e umana dei fedeli e delle donne e degli uomini di buona volontà.

2. Lo scopo del presente testo. Il presente testo, collocandosi nell’atmosfera descritta, presenta alcuni princìpi teologici riguardanti l’essenza del rapporto tra Magistero ecclesiale- quindi i Vescovi in comunione con il Romano Pontefice (§ 1) -, le altre realtà carismatiche presenti nella Chiesa in generale (§ 2), e le “rivelazioni private”, in particolare (§ 3). Il tutto è preceduto da una breve introduzione che pone il mistero della Chiesa, anche della Chiesa particolare, in intima connessione con il mistero della Trinità essendo essa porzione ed espressione della Chiesa universale che è icona della Trinità. Il principio trinitario della comunione di diverse Persone sussistenti nell’unica natura divina è assunto come guida per comprendere la relazione, nella Chiesa, tra le diverse membra dell’unico corpo. Infine, nella conclusione, alla luce del percorso effettuato, si porrà in evidenza l’importanza della richiesta rivolta dal Magistero ecclesiale alle realtà carismatiche, cioè quella di vivere una caratteristica fondamentale e necessaria: l’ecclesialità. Sono certo che tutte le realtà associative, le comunità parrocchiali e le comunità di vita consacrata vorranno approfondire, nel corso dell’anno giubilare della nostra Cattedrale, queste riflessioni, che vi sono proposte sia allo scopo di suscitare gradimento nei lettori, ma anche di invitarli alla riflessione sul proprio essere Chiesa, convocata da Padre, presieduta dal Figlio Incarnato, potenziata e animata dallo Spirito Santo.

Scarica la lettera integrale



Fotogallery

Allegati