News dalla Calabria

Torna alla lista

La nostra solidarietà a don Davide Imeneo, direttore de L'Avvenire di Calabria, per la minaccia dei giorni scorsi

03/08/2019

Siamo consapevoli che chi fa informazione, oltre a saper leggere le vicende della storia, è sempre segnato da fatti e vicende di persecuzione che non hanno a che fare con la verità e la buona informazione. 

Anche Don Davide, presbitero della diocesi di Reggio Calabria-Bova,  è stato vittima più volte di questa triste realtà, come nei giorni scorsi, ricevendo una lettera minacciosa. 

"Non possiamo tacere quello che abbiamo visto e ascoltato": è l'espressione che caratterizza la prima comunità apostolica. Dinanzi al Sinedrio, Pietro e Giovanni non si fanno intimorire, convinti che la loro esperienza di vita con Gesù non deve essere taciuta.

Anche noi, dinanzi a fatti e storia, non possiamo tacere di raccontare e di guidare le coscienze, non portando il nostro pensiero, ma la verità salvifica contenuta nel Vangelo, ricordandoci anche le stesse parole di Cristo: "Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli. Così infatti hanno perseguitato i profeti prima di voi".

A Don Davide auguriamo ogni bene, consapevoli del prezioso servizio che svolge a servizio della comunità ecclesiale e non solo.

d.g.s.




Fotogallery