News dalla Calabria

Torna alla lista

La Calabria in cammino verso il Convegno Ecclesiale Regionale sul tema: «La parrocchia “Grembo” generativo alla fede»

27/09/2019

Con una serie di incontri che hanno visto le presenze dei vicari generali ed episcopali delle diocesi e dei direttori degli uffici regionali, si è già avviata dal mese giugno la macchina organizzativa per il Convegno Ecclesiale regionale promosso dalla Commissione per la Dottrina della Fede, l’Annuncio e la Catechesi della Cec, presieduta dall’Arcivescovo di Rossano-Cariati, Mons. Giuseppe Satriano. 
Ieri a Lamezia Terme, il secondo incontro di preparazione con i direttori degli uffici catechistici diocesani. Presenti anche i direttori ed i rappresentanti degli Istituti Teologi e alcuni direttori degli uffici regionali. La giornata,  coordinata da don Francesco Liporace, Direttore dell’Ufficio Catechistico Regionale, è stata presieduta dall’Arcivescovo Mons. Satriano, che ha delineato la fase del cammino verso il Convegno Ecclesiale che si terrà nel 2021 sul tema: «La parrocchia “Grembo generativo alla fede”».
Tanti i passi del percorso che Mons. Satriano ha indicato ai presenti, evidenziando la necessità di fare squadra per coinvolgere  le dodici diocesi di Calabria verso un evento di fede che, con uno stile sinodale,  dovrà dare un prezioso contributo per la crescita delle comunità ecclesiali, facendo emergere anche luci ed ombre che spesso ostacolano l’azione pastorale. Un convegno che dovrà individuare le sfide e le opportunità possibili per il rilancio di una pastorale evangelizzante e missionaria capace di vivificare  la vita cristiana. 
Tra gli obiettivi prossimi la stesura di un Istrumentum laboris di facile consultazione, che dovrà stimolare le diocesi con una metodologia comprensibile, rileggendo e valutando le sfide pastorali emergenti, attraverso anche una nuova figura, quella del “facilitatore”diocesano, pensata da Mons. Satriano proprio per stimolare il cammino pastorale durante i laboratori e non solo. “Una figura attiva, dinamica  – ha detto Mons. Satriano – che dovrà animare ed accompagnare la comunicazione, svolgendo una funzione determinante, favorendo un clima relazionale, dove ognuno  possa esprimersi in modo ordinato ed efficace”.  A spiegare la figura del “facilitatore” anche il prof. Vittorio Mirabile, papà, catechista e docente di religione, che ha già sperimentato nei convegni ecclesiali in Puglia il prezioso lavoro che si può realizzare nella gestione tecnica dei laboratori. 
Prezioso sarà anche il ruolo degli Istituti Teologi della regione, che attraverso delle schede aiuteranno a rileggere il maniera interdisciplinare la realtà socio-culturale del territorio, individuando le sfide pastorali emergenti, tendo presente anche il cammino indicato da Papa Francesco: una “Chiesa in uscita” capace di rivolgersi in modo particolare agli ultimi, ai poveri,  ai sofferenti, abbattendo ogni  muro di divisione e di conflitto.  Per gli Istituti Teologici sono intervenuti Don Bruno Cirillo e don Mario del Piano.  
Prezioso anche l’intervento di don Jordan Pinheiro, responsabile nazionale per il Catecumenato,  che aiuterà il percorso verso il convegno regionale.  
“A discrezione di ogni singolo Vescovo - ha detto don Liporace - si avrà cura di rendere partecipe la diocesi di quanto si andrà a vivere, dell’obiettivo preposto nell’intero cammino e del lavoro che le varie èquipes degli uffici diocesani realizzeranno negli incontri di Metropolia”. 
La giornata si è conclusa con un partecipato confronto tra i presenti, che apprezzando il lavoro di sinergia proposto dell’Ufficio Catechistico Regionale, hanno formulato osservazioni e proposte che saranno prese in considerazione  da parte degli organizzatori. (g.s.)



Fotogallery