News dalla Calabria

Torna alla lista

L'Arcivescovo Mons. Bertolone ha celebrato la Santa Messa 35 anni dopo sull'altare della visita di Giovanni Paolo II a Catanzaro

07/10/2019

Grande emozione ieri nel Parco della Biodiversità di Catanzaro per ricordare la storica visita di Giovanni Paolo II. L'Arcivecsovo Mons. Vincenzo Bertolone ha celebrato la Santa Messa sullo stesso altare di 35 anni fa, restaurato dall’azienda Desta di Catanzaro, alla presenza anche dell’artista che realizzò l’opera Edoardo Filippo.  
Un evento fortemente voluto dal Vice Sindaco Ivan Cardamone e reso possibile anche attraverso l’attività della Cooperativa Artemide, fondata da giovani catanzaresi, e diverse istituzioni del terriotiro.  
Presenti anche l’Arcivescovo emerito, Mons. Antonio Cantisani, che nel 1884 accolse Giovanni Paolo II nella città, e don Lino Tiriolo, in rappresentanza della diocesi per l’evento spirituale e culturale che più volte ha incontrato il Pontefice, oggi Santo.   
Ricordiamo che nel secondo giorno della visita apostolica, Giovanni Paolo II aveva già percorso un itinerario incantevole per il paesaggio: dalla barriera rocciosa del monte Pollino alle lievi marine dello Jonio e del Tirreno. 
Cinque furono gli appuntamenti del Santo Padre nella giornata del 6 ottobre a Catanzaro, città capoluogo di regione: l’incontro con la cittadinanza; l’importante concelebrazione eucaristica nello stadio con il clero della Calabria; la visita all’ospedale civile “Pugliese”; la sosta al Pontificio Seminario Teologico Regionale “S. Pio X”, voluto e costruito nel primo novecento da San Pio X, ultimo papa santo; e la visita della Chiesa Cattedrale, ripercorrendo i passi del suo predecessore Callisto II, che consacrò il tempio nel lontano 28 dicembre del 1121.  
Tra le numerose autorità, ad accogliere il Pontefice furono il sindaco della città, Marcello Furriolo, e il presidente della Giunta regionale, Bruno Dominijanni. 
A dare un indirizzo di omaggio al Pontefice nello stadio di Catanzaro fu l’Arcivescovo della città, Mons. Antonio Cantisani, allora anche Vescovo di Squillace.
"Stiamo celebrando questo giorno - ha detto l'Arcivescovo Mons. Vincenzo Bertolone - con la fortuna di avere con noi l'altro protagonista dell'epoca che è monsignor Cantisani. Questo altare richiami ognuno di voi, come una Pietra Viva per costruire una comunità viva".
Come allora, anche ieri l’Arcivescovo Cantisani ha parlato “di speranza in un futuro per una Chiesa bella, con l'impegno di tutti che riveli il Volto di Cristo. Una Chiesa aperta che dialoga, che vuole bene a tutti e che si impegna per un mondo sostanziato di pace".
Tanti i fedeli laici che hanno gioito per la manifestazione. Dopo la Santa Messa, dalle ore 11.00 fino alle ore 14.00 vi è stata l’animazione di gruppi, movimento ed associazioni. Poi alle 17.00  è stato inaugurata la mostra nell’Ex Stac (Piazza Matteotti), che resterà aperta fino al 10 novembre.



Fotogallery